Get Adobe Flash player
Banner

ORARI di Apertura

Dal 01 Novembre 2017

Sede
Via E.Manca di Mores,19

Lunedì, Mercoledì e Venerdì mattina:
10:00 - 12:30

Martedì e Giovedì, sera:
16:30 - 18:30

Per appuntamenti:
tel 079 9577620
fax 079 9570685
email caf.lipunti@gmail.com


Cerca

News da Agenzia Entrate

  • Risposta n. 1 del 17 gennaio 2019 - Consulenza giuridiva
    Cessione credito d’imposta – Articolo 43-bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602
  • Risoluzione n. 6 del 17 gennaio 2019
    Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0 - articolo 1, commi da 46 a 56, della legge n. 205 del 2017 e articolo 1, commi da 78 a 81, della legge n. 145 del 2018
  • Risoluzione n. 5 del 16 gennaio 2019
    Rappresentante fiscale di intermediario estero
  • Interpello n. 7 del 2019
    Articolo 11, comma 1, lett. a), legge 27 luglio 2000, n. 212 - Fatture precedute da scontrino
  • Provvedimento 15012019 Cupe
    Approvazione dello schema di certificazione degli utili corrisposti e dei proventi ad essi equiparati, delle ritenute operate e delle imposte sostitutive applicate di cui all’articolo 4, commi 6-ter e 6-quater, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322
  • Aggiornamenti Fisco E Tasse

    La tua Guida per un Fisco Semplice
  • Salario minimo: ecco le proposte di legge
    donare ai figli ingenti somme di denaroCosa prevedono le due proposte di legge sul salario minimo orario per i lavoratori ( 5 Stelle e PD) attualmente all'esame della Commissione Lavoro al Senato
  • Fattura preceduta scontrino: dal 2019 solo elettronica
    fatturazione elettronica esercizio opzioneFattura elettronica preceduta da scontrino fiscale: le Entrate chiariscono che deve essere emessa in modalità solo elettronica. Superata la modalità analogica.
  • TARI in bolletta: presentato emendamento nel DL semplificazioni
    tari 2017 eventuali richieste di rimborsoTARI nella bolletta elettrica: presentato di nuovo l'emendamento. Scopo è la riduzione dell'evasione
  • I Documenti più recenti

  • Decreto Semplificazioni: il testo definitivo

     

    Il Consiglio dei Ministri ha varato il testo definitivo delle semplificazioni con novità sostanziali rispetto alle bozze in circolazione. Confermati...

  • Il modello RED

    Il Modello reddituale (Modello RED) è una dichiarazione che permette all’INPS e ad altri enti previdenziali (INPDAP, IPOST) di verificare...

  • Legge 68 del 12-03-1999

    Legge 12 marzo 1999, n. 68

    "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"
    (Pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 57/L...

  • Legge 162 del 1998

    Legge 21 maggio 1998, n.162

    "Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, concernenti misure di sostegno in favore di persone...

  • Legge 104 del 1992

    LEGGE 104/92: COSA TRATTA?

    Questa legge, più nota comunemente come legge 104, si occupa:

     

    • dell’ Assistenza;
    • dell’ Integrazione Sociale;
    • dei Diritti.

     

    CHI E’ PERSONA CON HANDICAP

    Tutte...

  • Home Tutte le News TFR: come mai l'Agenzia Entrate chiede un pagamento di imposta

    TFR: come mai l'Agenzia Entrate chiede un pagamento di imposta

    Da qualche tempo arrivano ai nostri clienti delle lettere da parte di Agenzia Entrate che li informa che devono pagare una differenza di imposta per il TFR erogato dal datore di lavoro con cui hanno cessato il rapporto diversi anni fa! La domanda più comune è perché non sono stati inseriti tali redditi nella dichiarazione di quell'anno? Come l'Agenzia delel Entrate ricalcola l'imposta dovuta rispetto a quanto già trattenuto dal datore di lavoro?

    La risposta alla prima domanda è che trattasi di redditi a tassazione separata cioè vengono tassati separatamente dagli altri redditi assoggettati ad IRPEF e relativi scaglioni di reddito.

    La agenzia delle entrate verifica i dati reddituali (reddito complessivo) degli anni precedenti a quello di erogazione e ricalcola l'imposta media di quegli anni e se ciò che il datore di lavoro ha trattenuto sul TFR non basta, l'Agenzia stessa calcola la differenza e la addebita al contribuente informandolo con la relativa lettera di cui accennato all'inizio. SI precisa che l'Agenzia con tale lettera non informa che il contribuente è evasore per cui non calcola sulle imposte dovute alcuna sanzione o interesse ed è possibile anche il pagamento rateale delle stesse. Per ulteriori delucidazioni in merito rimando a questo interessante articolo.

     

     

     

    I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I ccookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per visualizzare come vengono trattati i cookies dal nostro sito e come eliminarli,visualizza la nostra privacy policy.

    Accetto i cookies da questo sito.

    EU Cookie Directive Module Information