Get Adobe Flash player
Banner

ORARI di Apertura

Dal 01 Novembre 2017

Sede
Via E.Manca di Mores,19

SOLO PER APPUNTAMENTO

Lunedì, Mercoledì e Venerdì mattina:
10:00 - 12:30

Martedì e Giovedì, sera:
16:30 - 18:30

Per appuntamenti:
tel 079 9577620
fax 079 9570685
email caf.lipunti@gmail.com


Cerca

News da Agenzia Entrate

  • Risoluzione n. 50 del 17 maggio 2019
    Consulenza giuridica - Ambito applicativo del regime della cedolare secca sul reddito da locazione degli immobili ad uso commerciale (articolo 1, comma 59 della legge 30 dicembre 2018, n. 145)
  • Risoluzione n. 49 del 16 maggio 2019
    Ridenominazione del codice tributo “2025” e istituzione di ulteriori codici tributo per il versamento, tramite modello F24, dell’addizionale all'IRES per gli intermediari finanziari – articolo 1, comma 65, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, e successive modificazioni
  • Risposta n. 143 del 2019
    Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, Tabella A, parte II, n. 41-quater – Aliquota IVA applicabile agli apparecchi analizzatori idonei al controllo dei parametri del sangue – Articolo 11, comma 1, lettera a), legge 27 luglio 2000, n. 212
  • Circolare n. 11 del 15 maggio 2019 - Definizione agevolata delle irregolarità formali
    Definizione agevolata delle irregolarità formali - Articolo 9 del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119 - Chiarimenti
  • Risposta - Consulenza giurica n. 16 del 15 maggio 2019
    Consulenza giuridica. Aliquota IVA dei prodotti vegetali surgelati
  • Aggiornamenti Fisco E Tasse

    La tua Guida per un Fisco Semplice
  • Esonero scontrini telematici: firmato il decreto
    trasmissione telematica corrispettivi giornalieri opzioneInnalzato il limite per la fattura semplificata: si chiude così il processo di digitalizzazione delle certificazioni fiscali
  • Proroga contratto commercio terziario a fine 2019
    proroga contrattoProroga a fine 2019 del CCNL commercio terziario servizi (TDS) di Confcommercio, firmato nel 2015. Le ultime novità sui contratti stagionali
  • Definizione agevolata liti pendenti: pubblicate altre risposte dell'Agenzia
    definizione liti pendenti pace fiscaleCon una nuova Circolare, la n. 10 del 15.05.2019, l’Agenzia risponde ai dubbi degli operatori sulla definizione agevolata delle liti pendenti
  • I Documenti più recenti

  • Decreto Semplificazioni: il testo definitivo

     

    Il Consiglio dei Ministri ha varato il testo definitivo delle semplificazioni con novità sostanziali rispetto alle bozze in circolazione. Confermati...

  • Il modello RED

    Il Modello reddituale (Modello RED) è una dichiarazione che permette all’INPS e ad altri enti previdenziali (INPDAP, IPOST) di verificare...

  • Legge 68 del 12-03-1999

    Legge 12 marzo 1999, n. 68

    "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"
    (Pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 57/L...

  • Legge 162 del 1998

    Legge 21 maggio 1998, n.162

    "Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, concernenti misure di sostegno in favore di persone...

  • Legge 104 del 1992

    LEGGE 104/92: COSA TRATTA?

    Questa legge, più nota comunemente come legge 104, si occupa:

     

    • dell’ Assistenza;
    • dell’ Integrazione Sociale;
    • dei Diritti.

     

    CHI E’ PERSONA CON HANDICAP

    Tutte...

  • Home

    RED, ICRIC, ICLAV, ACCAS/PS

    RED, ICRIC, ICLAV, ACCAS/PS : quando scadono e cosa sono

    In questi giorni l'INPS sta inviando sia le richieste per l'anno corrente, che i solleciti per i modelli RED, ICRIC, ICLAV, ACCAS/PS non trasmessi nel corso dell'anno passato minacciando una interruzione della prestazione assistenziale o pensionistica a loro associati se non presentati per tempo, vediamo cosa sono e con quali tempistiche si può ottemperare a questo obbligo.

     

    Leggi tutto...

    ICRIC, ICLAV, ACCAS/PS cosa sono e come consegnarli al CAF

     

    Dal 2011 l'Inps si avvale dei Centri di assistenza fiscale (CAF) per la verifica, l'acquisizione e la trasmissione telematica di particolari dichiarazioni che gli invalidi civili e i titolari di pensione socialeassegno sociale devono ogni anno presentare al fine della verifica della sussistenza dei requisiti che danno diritto alle relative prestazioni.

    In particolare entro il 31 marzo di ogni anno (per il 2013 la scadenza è stata prorogata al 31 Ottobre 2013): 
    - con il Modello ICRIC, l'interessato dichiara se ha usufruito o meno nell'anno precedente di un ricovero gratuito. Infatti per aver diritto all'indennità di accompagnamento o di frequenza l'interessato non deve aver usufruito del ricovero gratuito in istituto; 
    - con il Modello ICLAV l'interessato dichiara se nel corso dell'anno precedente ha lavorato e l'importo percepito. La presenza di un reddito di attività lavorativa per un invalido civile parziale può determinare infatti la perdita del diritto all'assegno mensile; 
    - con il Modulo ACCAS/PS l'interessato dichiara se nel corso dell'anno precedente ha dimoratosoggiornato fuori dal territorio dello Stato, oppure se è stato ricoverato gratuitamente in un istituto e per quanto tempo. Infatti i titolari di pensione o assegno sociale potrebbero perdere il diritto nel caso di un prolungato soggiorno fuori dal territorio nazionale o di un ricovero gratuito in un istituto.

    Oltre che servirsi dei CAF, per presentare all'Ente tali modelli si possono utilizzare anche i servizi on line disponibili nel sito Inps.

    La consegna dei modelli ICRICICLAVACCAS/PS agli sportelli del CAF può essere effettuata: 
    - dal dichiarante; 
    - dal tutore/curatore se presente; 
    - da un delegato alla consegna (in questo caso il modello dovrà essere firmato dal dichiarante).

    Questi i documenti necessari in tutti i casi:

    - Lettera INPS
    - tessera sanitaria; 
    - carta d'identità del titolare; 
    - atto di nomina, carta d'identità e tessera sanitaria del rappresentante legale (tutore/amministratore di sostegno); 
    - delega per la presentazione del modello; 
    - carta d'identità del delegato.

    Inoltre:
    - per il modello ICRIC l'eventuale certificato medico attestante disabilità intellettiva o minorazione psichica; 
    - per il Modello ICLAV l'eventuale certificato medico attestante disabilità intellettiva o minorazione psichica; 
    - per il Modello ACC/AS PS la documentazione rilasciata dall'Istituto di ricovero per l’importo della retta a carico proprio o dei suoi familiari.

    La nostra sede di Via Ettore Manca di Mores, 19 a Sassari loc. Li Punti è a vostra disposizione per  la trasmissione telematica dei suddetti modelli.

    Per appuntamenti:

    tel 079 9577620 - 079 0976132

    fax 079 9570685

    email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

     

    (articolo tratto da www.moduli.it)ed aggiornato il 29/07/2013

    Modello ICRIC - indennità di accompagnamento

     

    Il Modello ICRIC è la dichiarazione dei titolari di indennità di accompagnamento o di frequenza sull’eventuale stato di ricovero in struttura pubblica: entro il 30 Ottobre 2013, i titolari di indennità che hanno ricevuto dall’ INPS il modulo ICRIC (Invalidità civile ricovero), dovranno dichiarare se nel corso del 2012 e 2013 hanno usufruito di un ricovero presso strutture pubbliche. Dal 2011 le dichiarazioni vanno presentate esclusivamente per via telematica.

    Per aver diritto all’indennità di accompagnamento o di frequenza, infatti, non si deve usufruire di ricoveri gratuiti: pertanto, il Modello ICRIC ha una funzione di controllo da parte dell’Ente per confermare l’indennità.

    L’importo 2011 per indennità di accompagnamento è di 487,39 euro per 12 mensilità. Il Modello ICRIC è una autocertificazione annuale che comprova il diritto a percepirla: dichiarando gli eventuali ricoveri, bisogna specificare se questi siano stati a titolo gratuito (a carico di un ente pubblico) o a pagamento (totale o parziale). Il modello deve essere compilato anche se non ci sono stati ricoveri.

    Compilazione del Modello ICRIC

    Per la compilazione del modulo ci si può rivolgere ai CAF (Centro di Assistenza Fiscale) Li Punti con la lettera ricevuta dall’INPS e i seguenti documenti:

    • Documento d’identità dell’interessato;
    • Copia tessera sanitaria per controllo del codice fiscale;
    • Documento d’identità del tutore/ curatore se presente e tessera sanitaria;
    • Eventuale copia della delega e documento d’identità di delegato e dichiarante;
    • Documentazione che attesti la quota di retta a carico degli enti pubblici o dell’interessato in caso di ricovero (a causa dell’invalidità);
    • Certificato medico che attesti eventuale menomazione psichica o intellettiva.

    Soggetti interessati

    (non ricoverati gratuitamente)

    La dichiarazione di responsabilità interessa gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento (fascia 33, 38, 41, 42, 44, 45).

     

    • Invalidi totali con pensione e indennità di accompagnamento;
    • Invalidi totali maggiorenni con sola indennità di accompagnamento in fascia provvisoria;
    • Invalidi totali (non ricoverati) titolari di reddito oltre il tetto massimo e con sola indennità di accompagnamento;
    • Invalidi totali oltre i 65 anni con sola indennità di accompagnamento;
    • Invalidi totali minorenni con sola indennità di accompagnamento;
    • Invalidi parziali con indennità di accompagnamento per effetto di concausa cecità parziale (C.C. 346/1989);
    • Invalidi parziali minorenni con diritto a indennità mensile di frequenza (legge 11 ottobre 1990 n. 289);

     

    (tratto da http://blog.pmi.it/09/03/2011/modello-icric-entro-il-31-marzo-per-indennita-di-accompagnamento/) ed aggiornato in data 29/07/2013

     

    I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I ccookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per visualizzare come vengono trattati i cookies dal nostro sito e come eliminarli,visualizza la nostra privacy policy.

    Accetto i cookies da questo sito.

    EU Cookie Directive Module Information